martedì 14 febbraio 2017

Il post ANTI-San Valentino: L'Amore è un sentimento provvisorio (non leggetelo se siete innamorati!)



Se qualcuno sostiene il contrario dall'immagine di apertura del post, sono felice di leggere nei commenti ciò che pensa, perché nulla è più provvisorio di un sentimento che ha una scadenza scritta sul retro già dal giorno in cui lo chiamiamo per nome. L'amore è una reazione chimica abbastanza curiosa, che non tutti sperimentano biologicamente per naturale predisposizione, un po' come l'infarto. E' una pirotecnica molecolare che ha un inizio e una fine, come tutte le cose.


Film, romanzi, collane di Harmony, canzoni, soap-opera... tutto ci racconta che l'amore è bello, che questo sentimento semplicemente vale la pena. In pochi si azzardano a maneggiare un discorso del genere, perché questo sentimento è come una specie protetta: l'amore vince su tutto, l'amore crea la vita, l'amore è la vita stessa... ma che l'amore faccia seri danni lo dicono in pochi. Come scritto sopra, l'amore è una reazione chimica che vede un suo decadimento come tutte le reazioni chimiche, e questo è scienza, e ogni cosa che la scienza afferma non può esser confutata se non dalla scienza stessa, e questo è un dato di fatto. 


Dopotutto non è così bizzarro che gli psicologi e gli psichiatri si trovino d'accordo quando affermano che il sentimento che più faccia stare male l'uomo, sia l'amore stesso. E' un po' come un bel viaggio vissuto appieno nei posti più edenici della Terra dove si vede il cielo e le stelle in un modo magico e dove tutto è bello, solo che alla fine del viaggio c'è un baratro... molti sperano che non ci sia un precipizio proprio perché nessuno mette mai in conto che un viaggio così straordinario possa prevedere un mesto finale, e solo in pochi hanno il paracadute... i più si sfracellano. 

Ciò che rende stupefacente questo sentimento è proprio ciò che lo rende mostruoso al tempo stesso: il darsi. In amore ci si dà, si cambia, ci si annulla per l'altro perché l'altro possa esistere in noi in modo completo... non è amore se parti con delle riserve, non è amore se già pensi che finirà, non è amore se per te quella persona non è tutto... quindi è un all-in di totale fiducia che fai per un essere umano che non sei tu, quella persona che, andandosene, porterà via un po' tutto di te, annichilendoti e lasciandoti una voragine nel cuore come quella che lascerebbe una quercia se venisse sradicata da un momento all'altro, o un po' come un uragano dentro casa.


Non è un caso se negli ultimi anni sono aumentati in maniera allarmante i suicidi per amore, e non è un caso che l'essere umano tema sempre di più la parola "solitudine", un sostantivo che in sé ne racchiude altri mille, ma che i più ignorano essere positive virtù. Non siamo più abituati a voler bene alla NOSTRA persona, a rispettarci, ad essere il perno portante della nostra vita, questo perché la società ci esorta a condividere, a consegnare le chiavi di noi stessi a a qualcun altro, a dare tutto agli altri, a temere questa famigerata "solitudine sentimentale", a fare coppia con qualcuno sennò desteresti dei dubbi... perché se non stai con qualcuno, con chi stai veramente? Sei solo? Sei triste? Non piaci? Non puoi rispondere: sto con me, perché le persone non lo capirebbero, si confonderebbero e saranno portate a fare un passo indietro da te, perché loro si sentono giusti, normali, perché loro festeggiano la festa degli innamorati insicuri, quelli che oggi, nel giorno di San Valentino, sentiranno il bisogno di dimostrare a se stessi e agli altri che amano (?) qualcuno, rimpinguando gli incassi dei negozi di cioccolatini e dei ristoranti, perché per la società dobbiamo stare con qualcuno anche per questo motivo, altrimenti che senso avrebbe tutto ciò?

- Ispy


"E finsero felici e contenti." Cit. Anonima

21 commenti:

  1. Umh, non so se darti ragione o meno: sai quanto sia poco "solitudinario", eppure non sono mai stato con qualcuno nel senso amoroso, di relazione ufficiale.
    Non che non lo volessi, eh. Ma di certo non mi ci sarei annullato per la controparte. Non è da me.

    L'amore finisce, è certo. Ma finisce in una forma e ricomincia in un'altra.
    Ecco perché si fanno figli, ecco perché i figli li vogliono tutti, pure coppie che non riescono o non possono averne.
    In fondo, la vera paura non è la solitudine, ma il ripartire sempre da zero.
    Più che paura, è un rompimento di coglioni.
    A un certo punto serve una stabilità, che sia anche solo mentale, altrimenti non si costruisce nulla (per chi vuol costruirsi qualcosa in tal senso)^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco questo aspetto di te e possono ben immaginare che non ti annulleresti mai per un'altra persona, non sarebbe da te. ;)

      La stabilità alla fine la bramiamo un po' tutti, ma dove è scritto che la stabilità si coniughi in vita di coppia, figli ecc...? Ci sono mille tipi di stabilità, e di certo parte da quella mentale per poi estendersi su tutto il resto... ma in pochi riescono ad essere stabili senza le convenzioni sociali.


      Ispy

      Elimina
    2. No, infatti.
      ma credo sia una cosa sentita dai più, lo stabilizzarsi in quel modo.
      Non so perché, non è da me, per ora, ma non è da escludere che prima o poi ci pensi anche io :)

      Moz-

      Elimina
    3. Ben detto... "dai più", non da me sicuramente e non da tutti. ;) A te non ti ci vedo, almeno fino ai 50 anni. :p


      Ispy

      Elimina
    4. Succede, succede, io un minimo di stabilità l'ho trovata alle soglie dei cinquant'anni. Prima ... di tutto di più

      Elimina
    5. Perfetto! Vedi? Sei la dimostrazione vivente che non è mai troppo tardi... avrei altri 25 anni dalla mia. :D


      Ispy

      Elimina
  2. Io credo nei sentimenti e nel pudore riguardo essi. Per me un qualsiasi tipo di rapporto che sia amore tra una coppia o con un amico sono cose che vivo con estremo pudore... tant'è che condivido molto poco sui social il mio vero privato. Io ho un indole solitaria, forse meno marcata della tua ma pur sempre dirompente. Sono rimasto sempre lo stesso dopo il mio fidanzamento. Stesse abitudini, stessi riti, stessa routine. Io sono una persona schematica ma che sa anche essere creativa ma non nell'organizzazione li sono ferreo... ma non voglio divagare. Io credo che l'amore esista ma non come tutti lo intendono. L'amore di ogni tipo e' una fedelta' provata e riprovata, io amo definirla come sai Denny come con un branco di lupi, e tutte le persone di cui mi circondo sono persone di cui ho avuto piu' volte prova della loro solidita'. Certo amore e' una parola abusata, quasi una copertina di Linus, una rassicurazione per giustificare le proprie debolezze e il non saper accettare se stessi in un unicum. Succede spesso di fidanzarsi tanto per piazzare trofei ma un cristiano 'n è mica na Champions League tu me insegni... ecco quindi l'amore c'è ma e' una cosa che non si vede, è rara ed introvabile e ci vuole tanta fortuna per trovarla. Ma e' chiaro che se in un rapporto d'amore tu devi anche solo avvicinarti al rinunciare anche solo ad un infinitesimale parte di te stesso, devi smettere e lasciare. Noi contiamo per primi. [Il Russo]

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evidenzio tutto, e apprezzo ogni volta come tu riesca ad essere così dignitoso e rispettoso verso te stesso, condividendo comunque un sentimento spesso così avvolgente ma che non ti priva di te, e questo non è da tutti.

      E' giusto e riconoscibile come tu parli dell'amore non inteso però come sentimento, ma più come "la persona giusta da amare". Credo che l'unica differenza sottile che passi tra me e te, sia il fatto che forse (mi azzardo a pensarlo) tu comunque un antenna che cogliesse un segnale giusto l'avessi comunque attiva, come un sonar sempre acceso verso questa eventualità, mentre io questo radar non l'ho proprio in dotazione, quindi navigo a vista, mi scontro a volte con qualcuno o qualcosa ma senza riconoscerli come "amori" o altro... sono presenze e nient'altro... vivo di me e di piccoli momenti tutti miei, ma questo lo sai. ;)


      Ispy

      Elimina
  3. L'amore va alimentato ogni giorno e nei piccoli gesti oppure non è vero amore.
    Serena giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', se è un amore vero quello è il modo migliore di mantenerlo, ma oggi come oggi è solo una chimera.


      Ispy

      Elimina
  4. Concordo sul disegno che piazzi in testa al post. Si parte da estranei e spesso si ritorna da estranei. Anzi, peggio, ci si odia pure.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo... tra amore e odio il passo è breve, e questo è un altro aspetto inquietante di questo sentimento, se non il rovescio della medaglia. Certe situazioni raramente prevedono una via di mezzo.


      Ispy

      Elimina
  5. Eh sì purtroppo hai ragione, ma ognuno vive l'amore come vuole ed è libero di fare quello che vuole, anche stare con sé stesso ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente, e questo è sacrosanto. Stare con se stessi è più impegnativo, richiede un'introspezione potente, continua... mentre stare con qualcuno elude spesso questo passaggio, quindi ci si affida, ci si consegna e ci si dà totalmente... poi quando l'amore si perde, si perde se stessi poiché non i è mai stati "nostri".



      Ispy

      Elimina
  6. Concordo anche io con il disegno iniziale. Vorrei però dirti che bisogna lottare per tenerselo l'amore e perdere ben presto gli occhiali rosa o le fette di prosciutto che ci si mette davanti agli occhi all'inizio. Che bisogna lottare, per mantenere dignità e per non annullarsi, per rimanere un po' egoisti e nonostante questo imparare ad amare l'altro nella maniera giusta, con un pizzico di leggera ironia. Guardare bene la persona con cui si condivide la vita e saperla riconoscere, sempre, con tutti i suoi difetti, con tutti i tuoi difetti. L'amore non è una passeggiata, non è solo "FARFALLE NELLO STOMACO" quelle se non sai coltivare e trasformare, spariscono subito.
    I figli che si fanno solo per paura di perdersi e di perdere, sono puro egoismo.
    Sarà sempre un muovere le pedine sulla scacchiera sperando di andare avanti senza lasciarsi mangiare dal buco nero della quotidianità. Forse, forse, alla fine si riesce a vincere. Non so dirti altro, ho ancora tanta strada da fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Apprezzo il tuo commento perché è molto sincero. Di certo l'amore (a cui non credo nel termine assoluto) vive diverse fasi per poi dissiparsi in tal senso e assumere un altro significato, e per di più è vissuto come l'annullamento di se stesso in virtù dell'altro.

      Sui figli il discorso è abbastanza complicato, perché io li vedo comunque come un frutto di un nostro egoismo insieme a tanta irresponsabilità, ma non è questo il momento di parlarne. ^^

      Spesso la quotidianità può essere una sicurezza... chissà? ;)


      Ispy

      Elimina
    2. C'è l'ho proprio questo difetto della sincerità. Non ci posso fare nulla :)
      Molto ci sarebbe da dire sui figli; ne parleremo allora.

      Elimina
    3. Vedi? Siamo arrivati al punto che essere sinceri diventa un "difetto"... è una grande virtù invece e tienila stretta. ;)


      Ispy

      Elimina
    4. Io sono innamorata ma sono anche molto lucida. Non penso che l'amore debba continuare per sempre, mi è già capitato di pensare di essere di fronte all'infinito e poi... ed è affascinante e spaventoso pensare che si arriva a condividere tanto con qualcuno e poi si torna ad essere degli emeriti sconosciuti. Io poi personalmente sono una di quelle che tende a rinnegare ad oltranza, quindi figurati xD
      Però San Valentino mi piace. Mi piace perché sono abituata ai bei gesti ogni giorno, quindi è solo un di più. Mi piace perché, soprattutto quest'anno, non ho voluto arricchire nessuno per il regalo (che non ho ancora consegnato per motivi logistici xD): ci ho messo dentro "solo" tutto il mio tempo, la mia pazienza, la mia creatività ed amore. Nulla di più.
      Ma tutto questo non è dovuto. Penso, come hai detto tu con altre parole, l'amore più bello si debba provare verso sé stesso. Se non si è in grado di essere uno non si saprà mai stare in due

      Elimina
    5. Mi accorgo solo ora che ho pubblicato in risposta al commento precedente, in realtà è un commento a sé il mio xD perdono :-D

      Elimina
    6. E' bello quando dici che San Valentino, nella tua storia, è solo un giorno di belle cose in più... credo sia questo il verso senso di tutto, pur non essendo mai stato innamorato.

      P.S. tranquilla, è pur sempre un commento valido. ;)


      Ispy

      Elimina